Home » Arte

Arte

stampa pagina

“Gli Ambasciatori del Gusto”, mostra fotografica di C. Cracco e Giovanni Gastel

“Gli Ambasciatori del Gusto”, mostra fotografica di C. Cracco e Giovanni Gastel - Mondopressing  Agosto 2015

Sono gli astri nascenti della cucina italiana: “Gli Ambasciatori del Gusto”, dodici chef in dodici scatti d’autore, in una mostra fotografica a cura di Carlo Cracco e Giovanni Gastel che inaugurata il 21 aprile scorso, potrà essere visitata, gratuitamente, tutti i week-end a partire da sabato 9 maggio e  fino al 26 ottobre 2015.

“Gli Ambasciatori del Gusto", primo evento di Good Food in Good Expo - Ambasciata del Gusto, il fuoriExpo dedicato al territorio e alla cucina d’autore nell’ex convento dell’Annunciata di Abbiategrasso, nel cuore del Parco del Ticino a 20 minuti da Milano.

Dodici scatti fotografici per immortalare altrettanti chef di cui sentiremo parlare a lungo, in Italia e non solo. Dodici chef e dodici prodotti della filiera agroalimentare lombarda. Il tutto nasce da un’idea di Carlo Cracco, chef e presidente dell’Associazione Maestro Martino, che ha individuato dodici chef italiani, giovani virtuosi, cui ha abbinato altrettante eccellenze della filiera agroalimentare lombarda. Con gli scatti di sei fotografi selezionati da Giovanni Gastel ecco servita la mostra fotografica “Gli Ambasciatori del Gusto”.

GLI CHEF
Chi sono gli chef selezionati? Si tratta di sei uomini e sei donne: Matteo Monfrinotti, Paolo Griffa, Sabrina Tuzi, Antonio Colombo, Fabiana Scarica, Luca Sacchi, Alba Esteve Ruiz, Dario Guidi, Oliver Piras, Sara Simionato, Lucia Tellone e Sara Perceruti.

“Abbiamo selezionato gli chef sulla base di tre criteri – ha dichiarato Carlo Cracco. In primis sono tutti chef giovani, intorno a trent’anni di età che oggi lavorano in ristoranti di primo livello, alcuni di loro sono già stati premiati. Altro criterio è stata la formazione, avvenuta sì in Italia ma con significative esperienze all’estero. Da ultimo, ma non meno importante, il radicamento al territorio d’origine ma con una forte propensione all’innovazione e alle contaminazioni culturali. Gli chef ritratti nella mostra costituiranno di fatto gli Ambasciatori dell’Ambasciata del Gusto dove i cuochi di tutto il mondo avranno cittadinanza e ospitalità durante Expo.”

Ai dodici chef è stato richiesto di creare una ricetta originale sulla base di un prodotto agroalimentare lombardo: ricette che saranno realizzate dal vivo in appositi showcooking all’interno dell’Ambasciata e che, trascritte, verranno distribuite all’interno degli spazi della Regione Lombardia presso Expo 2015. Gli Chef Ambassador saranno quindi operativi, a turno, all’interno dell’Ambasciata del Gusto di Abbiategrasso tutti i fine settimana, dal 9 maggio al 26 ottobre, dove si potranno gustare eventi culturali, degustazioni enogastronomiche, aperitivi a tema, showcooking di chef italiani e stranieri, cooking class ed altre iniziative atte a celebrare uno stile tutto italiano che lega il food alla moda, all’arte e al design. Il tutto all’insegna delle eccellenze agroalimentari lombarde e del meglio del made in Italy in collaborazione con l’Ente Parco del Ticino, i consorzi dei produttori della zona e quelli dei prodotti DOP e IGP della Lombardia.

“Good Food in Good Expo - Ambasciata del Gusto” rappresenta l’opportunità per presentare al territorio e a un pubblico internazionale, l’ambizioso progetto di costituzione dell’Accademia Internazionale di Cucina che potrebbe trovare una sede prestigiosa proprio nell’Ex Convento dell’Annunciata. Si tratta di un progetto promosso dall’Associazione Maestro Martino, con una vocazione internazionale ma un forte radicamento sul territorio. Un “Hub” culturale in cui far convergere la filiera agroalimentare lombarda con tutto il suo patrimonio culturale e di tradizione, i saperi legati alla cucina italiana, le contaminazioni virtuose con il mondo del Design, Arte e Moda di cui Milano, e la Lombardia in generale, rappresentano la massima espressione nel mondo. “Si tratta di un progetto ambizioso destinato alle generazioni future - afferma Carlo Cracco, Presidente dell’Associazione – una scommessa per tutto il territorio. Un progetto concreto con una visione che va molto oltre Expo 2015”.

La redazione

 

23/04/2015 06:15 pm