News

Daniele Piombi muore a 84 anni e la Tv perde un altro baluardo

All’età di 84 anni, ancora da compiere, Daniele Piombi, uno dei più noti presentatori della tv italiana è morto, lasciando un vuoto nel mondo dello spettacolo.

Piombi era nato a San Pietro in Casale (Bologna) il 14 luglio 1933 da una famiglia borghese; suo padre un istruttore del Ministero della pubblica istruzione e la madre professoressa. Ancora adolescemte si trasferì con la famiglia a Reggio Emilia, dove frequentò il liceo, poi si iscrisse alla facoltà di scienze politiche dell’Università di Firenze ed ebbe come docente di storia Giovanni Spadolini. Nel 1967 conobbe Mirella, sposata il 6 giugno 1980.

Daniele Piombi amava il giornalismo e lo spettacolo e iniziò ad esibirsi in riviste studentesche. Pù avanti fece il suo ingresso ufficiale nel mondo dello spettacolo, che avvenne in modo del tutto causale, grazie all’incontro con un impresario modenese che gli propose di presentare una tournée dei sei cantanti in gara al Festival di Sanremo 1956. Fu notato da Gian Stellari, che lo invitò a fare un provino alla Rai di Torino, dove gli fu chiesto di improvvisare una telecronaca. In seguito negli anni ’50 si trasferì a Milano, dove si realizzavano i maggiori programmi di successo dell’epoca.

Il suo esordio, appena 22enne fu con il programma televisivo «Viaggiare», trasmesso dalla Rai nel 1955, condotto in coppia con Renée Longarini, che ha segnato l’inizio di una lunga carriera televisiva e radiofonica, e il definitivo abbandono delle ambizioni giornalistiche. Il suo nome si è legato a molte importanti manifestazioni canore della televisione italiana: il Cantagiro, Un disco per l’estate, il Festival di Napoli, l’edizione del 1967 del Festivalbar, presentata in coppia con Vittorio Salvetti, e i collegamenti dal Casinò per tre edizioni del Festival di Sanremo, nel 1980, 1982 e 1983. Nel 1960 ha inventato il «Premio Regia Televisiva», manifestazione che attribuisce i cosiddetti Oscar TV che ha condotto dal duemila in poi anno dopo anno, partecipando,  saltuariamnete, come ospite a vari programmi. Negli anni successivi ha condotto numerose trasmissioni legate alla musica e manifestazioni benefiche come Telethon.

Il suo ultimo suo impegno televisivo è stato per Rai International, dove ha realizzato dieci puntate sul «Made in Italy», dedicate agli stilisti, alla moda di gioielli e pelletterie italiani e, nello stesso periodo, ha realizzato il documentario «L’itinerario di Colombo nella Repubblica Dominicana», venduto in tutto il mondo.

Con Daniele Piomni, la Tv italiana ha perso uno dei suoi protagonisti più signifcativi.

Informazioni su Sebastiano Di Mauro (284 Articoli)
Sebastiano Di Mauro nasce ad Acireale (CT) nel 1954 dove ha vissuto fino a circa 18 anni. Dopo si trasferisce, per brevi periodi, prima a Roma, poi a Piacenza e infine a Milano dove vive, ininterrottamente dal 1974. Ha lavorato per lunghi anni alle dipendenze dello Stato. Nel 2006, per strane coincidenze, decide di dedicarsi al giornalismo online occupandosi prima di una redazione a Como e successivamente a Milano, coordinando diverse redazioni nazionali. Attualmente ha l'incarico di caporedattore di questa testata coordinando i vari collaboratori sul territorio nazionale.
Contatto: Website