News

All’Alpe Cimbra la Slovenia fa man bassa di medaglie nella gara Fis di Folgaria

Diciamo subito che la Slovenia ha fatto man bassa nella gara Fis di Folgaria, piazzando ben tre atlete nei primi tre posti. Trionfa Tina Robnik che per soli 10 centesimi ha la meglio sulla connazionale Ana Bucik, mentre a 16 centesimi troviamo Meta Hrovat.
Nella categoria Giovani l’italiana Ilaria Ghisalberti si prende la medaglia d’oro, seguita dalla svizzera Lara Baumann e da una grande Giulia Di Francesco, atleta aquilana che si allena con lo S.C.Monti Lussari ed è stata recentemente aggregata alla nazionale C.
Nella categoria aspiranti podio azzurro con Sophie Mathiou, Lucia Pizzato e Annette Belfrond. Ma andiamo a sviluppare i fotogrammi di una gara che nella prima manche è stata sospesa ben quattro volte.

Una coltre intensa di nebbia, infatti, fin dalle prime ore del mattino, ha coperto la pista Salizzona di Fondo Grande, mettendo in serio pericolo lo svolgimento della manifestazione. Una nebbia strana che andava e veniva come le navi in un porto. Poi verso mezzogiorno si è diradata ed ha permesso agli organizzatori di portare a termine l’evento.

Gli applausi più sinceri vanno ad incoraggiare l’azzurra comasca Luisa Bertani (già protagonista in Coppa Europa nella scorsa stagione) che si colloca al quarto posto assoluto, disputando una seconda manche all’attacco dall’inizio alla fine. L’azzurra è passata infatti dal decimo posto al quarto, dimostrando di avere nelle gambe, e nel cuore la capacità di reggere il confronto con le tre atlete slovene (tutte di coppa del mondo) che l’hanno preceduta. Buona anche la prova di Ilaria Ghisalberti (GS Fiamme G.) che si colloca in sesta posizione subito dopo l’austriaca Julia Eder e prima della svizzera Baumann.

Applausi a non finire per il nono posto di Giulia Di Francesco. Sorprendente la performance della trentina Beatrice Sola partita con il pettorale 109 si colloca in 39° posizione, non dimentichiamo che la portacolori del Falconieri ha solo sedici anni essendo nata nel 2003. Prestazione da incorniciare nonostante le bizze del tempo ed una pista che in determinati punti era scalettata.

Sono uscite anzitempo nella prima prova Giulia Peterlini e Francesca Fanti atlete che bene conosciamo dalle belle speranze. Il commento più bello viene dall’organizzazione della kermesse, lo Ski Team Alpe Cimbra, che ha allestito un palcoscenico degno di una Coppa Europa, su una pista perfettamente innevata e tirata a cazzuola rovescia dai gattisti della FolgariaSki in particolare da Gianni Pedergnana.

Domani si replica sempre sulla mitica Salizzona, la gara sarà ancora unaFis Ladies’ Giant Slalom , un sogno ed un progetto per poter scalare le classifiche e raggiungere la maglia azzurra.