News

Auditorium Parco della Musica di Roma: tutti gli appuntamenti dal 23 al 30 settembre

L’ultima settimana di settembre si apre e termina con i due attesi appuntamenti di Inedito d’autore, la rassegna dedicata al teatro di narrazione, pensata, voluta e ideata da Andrea Camilleri e Annalisa Gariglio per raccontare, attraverso gli occhi della letteratura e la lente d’ingrandimento del teatro, storie inedite e personaggi straordinari meno noti alla Grande Storia.

Il 23 settembre saliranno sul palco Vinicio Marchioni e Michela Mancini per raccontare la storia di Hedy Lamarr, diva del cinema di Hollywood degli anni ’30, dotata di straordinaria intelligenza che, desiderosa di contribuire alla lotta contro il nazismo, inventò un sistema di guida a distanza per siluri, Secret communication system, il cui brevetto è alla base della tecnologia di trasmissione wireless usata nella telefonia moderna.

Il 30 settembre invece Massimo Popolizio vestirà i panni del fisico Richard P. Feynman, premio Nobel per la fisica 1965, la cui straordinaria vita è descritta nella biografia Sta scherzando Mr. Feynmann? redatta dall’amico musicista Ralph Leighton. Egli fu un fisico sperimentale ma, soprattutto, un uomo sperimentale, guidato da un’inesauribile curiosità e da un preciso rigore scientifico.

Nell’arco di questa settimana in programma per il Romaeuropa Festival due prime nazionali. Il 25 e 26 settembre Kingdom, in cui la compagnia  composta da Àlex Serrano, Pau Palacios e Ferran Dordal porta in scena il mito di King Kong, mescolando in un cocktail irriverente banane, consumismo, coreografie virili, pubblicità, punk rock, supermarket, confusione, multinazionali, bestialità e musica trap per suggerire l’identificazione fra il modello capitalista e patriarcale e il celebre mostro partorito da Hollywood.

Il 29 e 30 settembre Saigon, della acclamata regista francese Caroline Guiela Nguyen insieme alla sua compagnia les Hommes Approximatifs,  indaga con poesia e delicatezza l’identità post-coloniale, quando le proprie radici divengono un ricordo lontano incarnato in un ristorante etnico, sospeso tra la Francia di oggi e la Saigon degli anni ’50, e per sempre scollato dalla realtà.

Spazio anche alla musica con i due ultimi appuntamenti di Jammin’ che il 26 vedrà anche esibirsi Roberto Gatto e con il secondo appuntamento del ciclo I Miti della Musica a cura di Felice Liperi dedicato a Lucio Battisti.

Per approfondimenti sugli spettacoli, orari e prezzi consultare il sito:
www.auditorium.com