News

Auguste Rodin, lungometraggio di Jacques Doillon, al Cinema Spazio Oberdan di Milano

Fino al 4 settembre 2018 Fondazione Cineteca Italiana presso Cinema Spazio Oberdan di Milano presenta in anteprima per l’Italia l’ultimo lungometraggio firmato da uno dei veterani del cinema d’autore francese, Jacques Doillon, e dedicato al padre della scultura moderna, Auguste Rodin.

Tutto il film, presentato in concorso al Festival di Cannes 2017, è un corpo a corpo dell’artista con la sua opera, che sottolinea la dimensione carnale, materica dell’arte e mostra la scultura come lotta. Film di interni e di penombre, Rodin preferisce l’ellissi all’acme, l’allusione alla spiegazione, il parlare fra sé e sé di Vincent Lindon (magnifica come sempre la sua interpretazione). Al fianco di Rodin, la giovane Camille Claudel. Della relazione tra i due ignoriamo tutto, il loro primo incontro, il loro primo bacio, il loro primo amplesso gioioso. Lei è la sua allieva e lo venera, lui la stima e la desidera. Doillon si concentra sugli sguardi che si intendono e sulle mani che si comprendono. Niente matrimonio, niente figli, solo un aborto che resta fuori campo. A contare è l’opera, soltanto l’opera. Il genio dello scultore ispira la sua disciplina, il talento dell’allieva motiva il maestro.

Modalità d’ingresso al Cinema Spazio Oberdan
Piazza Oberdan Milano
Biglietto intero € 7,50
Ridotto con *Cinetessera € 6
Gratuito per ragazzi dai 16 ai 19 anni
*Cinetessera annuale € 10