News

Barolo, Barbaresco e Roero: concluso a Milano l’evento con i grandi rossi piemontesi

Barolo, Barbaresco & Roero, iniziativa organizzata da Go Wine  presso l’hotel Michelangelo di Milano, è stata un’ottima occasione per scoprire affinità, differenze ed evoluzioni nel tempo di questi ottimi vini, apprezzati in tutto il mondo, vero portabandiera dei prodotti italiani di qualità.

Celeberrimi Barolo e Barbaresco, meno noto ma meritevole di essere approfondito il territorio del Roero, con il famoso bianco Arneis e dei vini a base nebbiolo di grande classe, capaci di competere anche con i “fratelli maggiori”.


Ogni azienda, grande o piccola, nota o meno nota, ha proposto in degustazione diversi prodotti, spesso di annate differenti; strumento utilissimo per gli appassionati, in grado di rivelare l’incredibile differenza che è possibile riscontrare tra due calici dello stesso vino, mutando solamente i fattori climatici; anche la fitta mappa delle menzioni geografiche aggiuntive, ovvero i cru, ha permesso al visitatore di scoprire come ogni singola vigna, ogni diversa collina, con differente esposizione e composizione geologica, sia in grado di cambiare completamente il profilo olfattivo e organolettico del medesimo vino, dove potrà prevalere di volta in volta una nota floreale, o di terra bagnata, o ancora balsamica.

L’uva nebbiolo, protagonista di queste tre denominazioni, nelle dolci colline piemontesi di Langhe e Roero ha una delle sue sedi elettive: per averne la conferma basta degustare un calice di Barolo, Barbaresco o Roero, raffinate espressioni di eleganza, destinate a evolversi e perfezionarsi nel tempo.