News

Cavoli a merenda con Pino Strabioli al Teatro della Cometa fino al 3 marzo

Cavoli a merenda tratto da I cavoli a merenda (1920), novelle scritte e illustrate da Sergio Tofano meglio noto come Sto ha debuttato martedì 19 febbraio al Teatro della Cometa (Roma) dove resterà in scena fino a domenica 3 marzo. 

Cavoli a merenda di e con Pino Strabioli e con Andrea Calabretta burattini, oggetti, ombre e Dario Benedetti alla chitarra.

Un omaggio all’eclettico Sergio Tofano, figura centrale nella storia dello spettacolo italiano, attore brillante, primattore, illustratore, autore, regista e pittore. Sono tutte storie surreali, incongrue, che dànno vita a favole. 

In merito all’allestimento, l’autore Pino Strabioli afferma: “Questo spettacolo nasce dalla voglia di scavare nella memoria, nel patrimonio di quel novecento che abbiamo tanto amato, Tofano autore, attore, regista, illustratore, scrittore è una figura fondamentale nella storia culturale di questo paese. Resta nei ricordi delle generazioni che sono cresciute leggendo il Corriere dei Piccoli, nella memoria degli attori che ha formato all’accademia d’arte drammatica di Roma. Mi sembrava giusto e doveroso raccontarlo al pubblico” e continua: “Paolo Poli mi parlava spesso dell’acutezza, dell’eleganza, del genio del mitico “Sto”, mi regalò un cofanetto prezioso delle sue opere e così più di vent’anni fa misi in scena una serata. Oggi con la complicità di Veronica Olmi, Andrea Calabretta e Dario Benedetti, torno a raccontarlo in una nuova versione, ombre, burattini, marionette, figure e musica dal vivo. Una passeggiata divertita nella sua scrittura, fra i personaggi folli e stralunati delle sue novelle. Un omaggio al mitico bassotto colore del risotto e all’intramontabile signor Bonaventura…oggi siamo tutti Bonaventura, ad ognuno tocca una sventura a pochi purtroppo il milione”.

Strabioli riesce a scavare nel vasto bagaglio culturale italiano portando a galla un pezzo molto importante, artisticamente e culturalmente, della nostra storia. La durata dello spettacolo, seppur breve, passa in maniera molto piacevole arrivando a far rimpiangere l’esistenza di un artista come Sto.

Informazioni su Giorgio Volpe (117 Articoli)
Giorgio Volpe Redattore Spettacolo Nato nel 1990, amante dell’arte, soprattutto di quella scenica, si laurea nel 2013 in Scienze Umanistiche (Arti e Scienze dello Spettacolo - La Sapienza/Roma) con una tesi su “The Lion King – il musical” e nel 2018 consegue la specialistica in Lettere e Filosofia (Spettacolo, Moda e Arti Digitali - La Sapienza) con una tesi dal titolo "Teatro Ragazzi. Esperienze tra Italia e Francia". Quello della scrittura giornalistica è un hobby che gli permette di abbinare l’utile al dilettevole.