News

Cous Cous Klan: ottimo il debutto al Piccolo Teatro Eliseo – Roma

Cous-Cous-Klan1

Cous Cous Klan di Carrozzerie Orfeo ha debuttato giovedì 3 gennaio al Piccolo Teatro Eliseo – Roma, dove resterà in scena fino a domenica 13.

Drammaturgia di Gabriele Di Luca con Angela Ciaburri, Alessandro Federico, Pier Luigi Pasino, Beatrice Schiros, Massimiliano Setti e Alessandro Tedeschi.

In tutto il mondo l’acqua è stata privatizzata. Ormai da dieci anni, fiumi, laghi e sorgenti sono sorvegliati dalle guardie armate del governo, che non permettono a nessuno di avvicinarsi alle fonti idriche.
Il divario tra ricchi e poveri è allarmante e mentre i primi vivono all’interno delle così dette recinzioni, ovvero città recintate da filo spinato e sorvegliate da telecamere di sicurezza, i secondi tentano di sopravvivere al di fuori di esse lottando ogni giorno contro la mancanza di cibo e di acqua.

cous cous klan 2

È questo lo scenario post apocalittico che ci viene presentato in due ore di spettacolo (che scorrono come un fiume in piena) da Carrozzerie Orfeo in chiave grottesca e ironica non priva di intensi momenti di pathos e di qualche “spolverata” di retorica.
Molte le tematiche sociali affrontate come disparità economica, diversità religiosa e sessuale.

Cous Cous Klan risulta essere uno spettacolo drammaturgicamente ben costruito. Originale e funzionale la scenografia (Maria Spazzi) e il disegno luci (Giovanni Berti).

Non finisce qui la permanenza di Carrozzerie Orfeo al Piccolo Teatro Eliseo: dal 15 al 20 gennaio sarà in scena Animali da bar e dal 22 al 27 gennaio, invece, Thanks for vaselina.

Informazioni su Giorgio Volpe (106 Articoli)
Giorgio Volpe Redattore Spettacolo Nato nel 1990, amante dell’arte, soprattutto di quella scenica, si laurea nel 2013 in Scienze Umanistiche (Arti e Scienze dello Spettacolo - La Sapienza/Roma) con una tesi su “The Lion King – il musical” e nel 2018 consegue la specialistica in Lettere e Filosofia (Spettacolo, Moda e Arti Digitali - La Sapienza) con una tesi dal titolo "Teatro Ragazzi. Esperienze tra Italia e Francia". Quello della scrittura giornalistica è un hobby che gli permette di abbinare l’utile al dilettevole.