News

DUE, un analisi sul rapporto di coppia, con Raoul Bova e Chiara Francini al Manzoni di Milano

Dall’8 al 25 febbraio 2018, sarà in scena al  Teatro Manzoni di Milano, lo Commedia DUE, di Luca Miniero e Astutillo Smeriglia con Raoul Bova e Chiara Francini – regia di Luca Miniero – Aiuto Regia Paola Rota – Disegno Luci Daniele Ciprì – Scenografia Roberto Crea –  Costumi Eleonora Rella. Una produzione di Michele Gentile per la Compagnia Enfi Teatro

Lo spettacolo arriva sulla scena milanese, dopo l’enorme successo della scorsa stagione e si annuncia di grande successo anche per questa tourneé 2018, che oltre Milano toccherà diverse città italiane.  Questo successo rappresenta una conferma per Raoul Bova, dopo vent’anni di cinema e televisione,  così come per Chiara Francini, che ha alle spalle numerose esperienze sul palco, ma anche per l’esordio di Luca Miniero in teatro, dopo i  trionfi sul grande schermo.

LA TRAMA
La scena si apre su una stanza vuota, dove tutto svolge con i due protagonisti, Marco e Paola, una coppia qualunque, in un luogo qualunque, perchè applicabile a quasiasi latitudine dove ci sia un letto Ikea da montare. Infatti i due sono alle prese con il montaggio di un letto, metafora di una convivenza, ed è in questi frangenti che entrambi si interrogano sul loro futuro di coppia, ponendosi numerose domande  come in una sorta di proiezione delle loro paure e ognuno cerca di scaricare sull’altro la responsabilità delle risposte su quello che sarà.

Ma nella vita di coppia non ci sono risposte certe, nè ci può essere un libretto di istruzioni  così come per montare un letto e se funzionerà o meno, dipende  dalla capacità di entrambi di fare le scelte giuste durante la loro convivenza. La coppia è formata da un uomo e una donna e  ognuno di loro ha una diversa visione della vita, che non è per forza di cose quella giusta. Queste loro visioni, come delle proiezioni di se stessi, sul palco saranno rappresentare con sagome in plexiglass retroilluminate alle quali i due protagonisti daranno voce. Tra le sagome ci sarà una Barbie con cui Marco potrebbe tradire Paola, così come l’idraulico e il pony express con cui invece Paola potrebbe tradire  Marco. Passando ad uno ad uno questi ipotetici personaggi metteranno alla prova la loro relazione di coppia facendo in modo che gli spettatori possano immedesimarsi e riconoscersi.

Chiara Francini, che interpreta Paola, del suo personaggio dice sia “una donna in bilico tra tradizione e modernità, ma che non ha paura di porsi anche le domande più scomode, ma ha una gran voglia di realizzarsi, oltre che nel lavoro, anche nel matrimonio in cui cerca stabilità”

Al contrario Marco non vuole o non sa rispondere alle domande di Paola  e ha tante incertezze, egli è meno interessato a scandagliare il futuro e non attira su di se le paure.

Raoul Bova, in conferenza stampa,  dello spettacolo e  sulla questione coppia dice: “non diamo  risposte ai quesiti sull’amore, perchè non possono esserci risposte,  ma il  suggerimento è quello che bisognerebbe cercare di non idealizzare il proprio compagno/a mentre è necessario accettare l’altro per quello che è proiettando su di lui/lei l’amore per quello che è non per quello che vorremmo fosse. Poi sul matrimonio aggiungeva: la mia idea peronale è che ad esso bisognerebbe arrivare in età matura, quando si ha più consapevolezza  e disponibilità a rinunce. Concludendo, Bova diceva: “perchè un coppia funzioni è necessario essere uno più uno e non mezzo più  mezzo, perchè altrimenti la somma non corrisponde a due.

Il messaggio di questo spettacolo è il rispetto l’uno verso l’altro, la reciproca fiducia, perchè una coppia funziona solo se tra i due non vi è prevaricazione verso l’altro.

Il nostro consiglio è quello di vederlo per poter avere degli spunti di riflessione sul proprio rapporto di coppia  e delle possibili chiavi di lettura per tentare di migliorarlo, dando per vero che nulla è perfetto ma al contrario prefettibile.

INFO:
TEATRO MANZONI MILANO
ORARI: feriali ore 20,45 – domenica ore 15,30

BIGLIETTI ACQUISTABILI SU TICKETONE
da martedì a venerdì Poltronissima Prestige € 35,00 – Poltronissima € 32,00 – Poltrona € 23,00                       Poltronissima under 26 € 15,00
sabato e domenica    Poltronissima Prestige € 39,00 – Poltronissima € 35,00 – Poltrona € 25,00                         Poltronissima under 26 € 17,00

Informazioni su Sebastiano Di Mauro (435 Articoli)
Sebastiano Di Mauro nasce ad Acireale (CT) nel 1954 dove ha vissuto fino a circa 18 anni. Dopo si trasferisce, per brevi periodi, prima a Roma, poi a Piacenza e infine a Milano dove vive, ininterrottamente dal 1974. Ha lavorato per lunghi anni alle dipendenze dello Stato. Nel 2006, per strane coincidenze, decide di dedicarsi al giornalismo online occupandosi prima di una redazione a Como e successivamente a Milano, coordinando diverse redazioni nazionali. Attualmente ha l'incarico di caporedattore di questa testata coordinando i vari collaboratori sul territorio nazionale.
Contatto: Website