News

E’ in libreria 500 Chicche di Riso, di Alessandro Pagani

Alessandro Pagani: 500 Chicche di riso, un libro divertente e ricco di fantasia ,un’esplosione di battute divertenti e ironiche, una carrellata di freddure, paradossi, battute, frasi fulminanti.

L’autore ringrazia  MDGA per essere stata ispiratrice, vagliatrice ed estimatrice di molte chicche qui presenti

Eccone alcune :

«Il marito della cuoca è geloso del suo passato». Potrebbe non fare una grinza o farci sghignazzare.

«Secondo una statistica molte donne non si rifarebbero le tette, con il seno di poi». Ecco come Pagani rivisita la vita e le situazioni, giocando con le parole ma anche con le nostre buffe incongruenze.

«E se mi vestissi da clown?»

«Ma dai, non fare il pagliaccio!»

E qui il caro Alessandro Pagani attinge a piene mani dagli scivoloni comuni, dal caso che ci fa il solletico, dalla combinazione irresistibile.

«Quel campione di surf è sulla cresta dell’onda». Potremmo fare una smorfia per l’ardire oppure scompisciarci alla Totò. Oserei caldeggiare la seconda possibilità!

«Esplosione in un panificio: tutto in briciole». Questa potremmo perfino trovarla come titolone di qualche giornale in vena uscite clamorose.

«Cosa farebbe per farsi assumere in questo circo?»

«I salti mortali». Forse per curricula e colloqui potrebbe essere uno spunto interessante.

«Ruba ai ricchi e dona ai poveri in Israele. Rabin Hood.» Chissà quanto ha meditato, per circumnavigare il mondo e le associazioni mentali e verbali, Pagani.

Del resto sappiate che… «La maglietta più usata a Cuba? Fruit of the Rum». Urge premio alla fantasia.

«Il concorso donna più brutta? Miss Paventi». Insomma Alessandro Pagani mette il naso ovunque, non risparmia niente e nessuno. Incalza, chicca di riso dopo chicca di riso.

“500 chicche di riso” è la lettura per tutti, da leggere poco alla volta per ridere e sorridere

TITOLO 500 chicche di riso

AUTORE  Alessandro Pagani

Editore 96, Rue de-La-Fontaine Edizioni di Zuccalà Morena Via Liguria, 25 – 58022 Follonica (GR) www.ruedelafontaineedizioni.com proprietà letteraria riservata

Immagine di copertina e illustrazioni di Massimiliano Zatini

ISBN: 978-88-9399-006-6

Notizie su Alessandro Pagani, un artista a tutto tondo

Alessandro Pagani, nato a Firenze nel 1964, è scrittore e musicista. Durante gli anni 80′ ha fatto parte del movimento artistico underground fiorentino Pat Pat Recorder, esperienza che lo ha portato sin dal 1988 ad iniziare un percorso come musicista con svariati gruppi tra i quali Stropharia Merdaria, Parce Qu’Il Est Triste, Hypersonics, (con cui ha partecipato ad Arezzo Wave nel 1990), Subterraneans, Malastrana e successivamente con i Valvola, assieme ai quali ha fondato nel 1997 l’etichetta discografica Shado Records, attiva fino al 2007.

Attualmente è batterista del gruppo rock Stolen Apple, che ha fatto uscire l’album di debutto Trenches a Settembre 2016.

Una sua frase appare sull’agenda Comix del 2019.

Prefazione
Ormai sono uno specialista in prefazioni. Ho scritto più prefazioni che libri, evidentemente mi ven- gono benino. Come funziona? Un autore ti fa leggere il suo libro in an- teprima e tu devi scrivere qualcosa di brillante, spiegando grossomodo al lettore cosa troverà all’interno del volume e se quest’ultimo ti è “garbato” o meno. Naturalmente nel 99,99% dei casi il prefatore scrive bene del libro in questione e l’esercizio diventa una sorta di trip advisor a senso unico: si articola una sorta di recensione dell’opera cercando di non – come si dice oggi – spoilerarla eccessivamente. Il tutto contrappuntato da note che riferi- scano del legame, dell’empatia e dei punti di contatto tra l’autore e il prefatore. Quando esistono. Mentre quando i due non si conoscono nemmeno bisogna “ravanare” e produrne di freschi!

Pur trovando singolare che uno che si chiama Pagani si rivolga a uno che si chiama Cristiano, ritengo che tra noi sussistano diversi tratti comuni.

Entrambi siamo toscani e, si sa, la Toscana ti dà una lente tutta sua per mettere a fuoco le cose, per filtrarle, per gio- carci su. Questo è un imprinting che non viene rimosso né spostato dalla latitudine. Io vivo a Milano da 13 anni ma continuo a vedere il mondo con sguardo toscano. L’autore è un batterista, io sono o, meglio, sono stato un percussionista. Entrambi dunque amiamo andare a tempo, probabilmente anche con la vita, una vita il più possibile ritmata, s’intende. Chi sa tenere il tempo musicale è avvan- taggiato coi tempi comici.