News

Festival delle Colline Geotermiche 2019 – VIII edizione dal 12 luglio al 31 agosto 2019

Si svolgerà in Toscana  a Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina, Monteverdi Marittimo (Pisa) eMonterotondo Marittimo (Grosseto) il Festival delle Colline Geotermiche.

Dall’anteprima nazionale della Tempesta di Shakespeare firmata dal Teatro del Carretto  all’ormai storico Reality di Deflorian/Tagliarini, il programma proposto da Officine Papage in questa VIII edizione del Festival delle Colline Geotermiche diretto da Marco Pasquinucci continua a scommettere sul nuovo appeal popolare di teatro e drammaturgia contemporanei in Italia, anche al di là dei circuiti più consueti. La cosiddetta ‘valle del Diavolo’, che con i suoi vapori e le sue biancane offre uno dei paesaggi più insoliti e suggestivi della Toscana, ospiterà anche quest’anno un cartellone perfettamente orchestrato tra novità e repertorio, dove linguaggi moderni e storie antiche si mescolano in un percorso inedito. In scena: Babilonia Teatri ZeroFavole, Teatri d’imbarco, Sotterraneo, Perypezye Urbane, Il Mulino di Amleto e Andrea Cosentino. In gioco: libertà e magia, realtà e immaginario, corpo e potere, anima e sogno. 

La rassegna si apre venerdì 12 luglio a Pomarance sul palcoscenico del Teatro dei Coraggiosi – un piccolo gioiello neoclassico incastonato nel cuore della patria mondiale della geotermia – con l’anteprima della nuova produzione del Teatro del Carretto: La Tempesta di Shakespeare rivisitata da Giacomo Graziani con la supervisione artistica di Maria Grazia Cipriani, in una gabbia di specchi e sipari strappati che alla fine vedrà i personaggi trasformati in statuette d’argilla destinate a sciogliersi nelle acque, insieme all’incanto della magia. Lunedì 15 luglio, tra i fumi e i colori del Parco Geotermico delle Biancane, il Leone d’argento Babilonia Teatri e ZeroFavole ripropongono il loro Purgatorio, popolato da corpi diversi e lontani che si incontrano per diventare metafora di un’umanità capace di ridere e soffrire. A Monteverdi Marittimo, giovedì 18 luglio è di scena La cameriera di Puccini di Nicola Zavagli, che all’irresistibile verve di Beatrice Visibelli affianca il fascino eterno delle più belle romanze del Maestro eseguite dal vivo dal soprano Bei Bei Li. Shakespeare torna domenica 21 luglio, chiamato a raccontarsi in prima persona dal collettivoSotterraneo (Premio Ubu 2018 per Overload) in Shakespearology. Pieno e vuoto, rumore e silenzio sono le dicotomie su cui gioca – lunedì 29 luglio, nella spettacolare Rocca Sillana – il corpo danzante di Elisa Sbaragli in Vacuo, una produzione DanceMe – Perypezie Urbane nata in residenza proprio a Pomarance. Dopo la domenica tout public del 4 agosto con Gaia e l’energia della terra, il colorato sogno ecologico firmato da Officine Papage e Onda Teatro, è di scena Il Misantropo di Moliere nel racconto ultra-dinamico e tutto contemporaneo di una delle formazioni più giovani e promettenti del momento, Il Mulino di Amleto, dove il burbero Alceste siamo tutti noi, con la nostra costante difficoltà nell’incontrare l’altro. Giovedì 15 agosto arriva a Pomarance Andrea Cosentino (Premio Ubu 2018) con il suo caotico e esilarante Kotekino Riff: una clownerie gioiosa e nichilista che trova il suo senso più profondo nel puro gioco della scena. Nel corso della rassegna non mancheranno gli appuntamenti musicali, con il grande chitarrista Dušan Bogdanović in concertomartedì 16 luglio, e il Jazz del duo Saxi Shop, venerdì 26 luglio. Si Chiude sabato 31 agosto con uno spettacolo che ormai può essere considerato un ‘classico’ del teatro contemporaneo italiano: Reality di Daria Deflorian (Premio Ubu 2012) e Antonio Tagliarini che porta in scena il quotidiano troppo pieno di cose e memorie di Janina Turek, una donna polacca che per oltre cinquant’anni ha annotato minuziosamente tutti ‘i dati’ della sua vita. Al centro, il problema di come raccontare la realtà e il rapporto che abbiamo con essa.

A completare la manifestazione, due iniziative volte a coinvolgere pubblico e territorio: CenAteatro, con la possibilità di cenare a prezzi scontatissimi nei locali e nei ristoranti convenzionati, e Bla Bla Theater, che consente, telefonando all’ufficio turistico di Pomarance, di iscriversi a una lista per condividere i viaggi verso le location degli spettacoli.

Il Festival delle Colline Geotermiche è realizzato con il sostegno di Regione Toscana, Mibac, Comuni di Pomarance, Castelnuovo V.C., Monterotondo M.mo e Monteverdi M.mo, Residenze Artistiche Toscane e CoSviG (Consorzio Sviluppo Aree Geotermiche).

INFO E PRENOTAZIONI:
Ufficio turistico di Pomarance
+39 058862089
(Orario lun/mar/giov/ven/dom ore 10-13 – mer/sab ore 15-19)