News

La scomparsa del conduttore televisivo Cesare Cadeo dopo lunga malattia

Un grave lutto nel mondo della televisione, a soli 72 anni  ci ha lasciato  il giornalista e conduttore televisivo Cesare Cadeo. 

Io ho conosciuto Cadeo nel lontano 1968, allora un giovane e aitante studente di Legge e io una sposina, abitavamo in Via Lusardi  4  entrambi al pianterreno, in un severo palazzo della Milano bene, dove le feste organizzate dal giovane studente erano considerate disturbo della quiete del palazzo. Dopo la laurea non volle dedicarsi alla carriera forense, come speravano i genitori, ma si dedicò  allo spettacolo.

La sua  lunga carriera televisiva è stata legata in modo particolare alle reti Mediaset. Per il  suo aspetto  distinto e ben educato è stato definito dalla stampa  il gentiluomo del piccolo schermo, ed è stato un emblema della televisione degli anni ’80 e 90.

Cesare Cadeo ha iniziato a lavorare a Canale 5 proprio all’inizio di quel decennio con il programma ‘Gol’, insieme al ct dell’Italia campione del mondo, Enzo Bearzot e ha lavorato con personaggi del calibro di Mike Buongiorno, Raimondo Vianello e Sandra Mondaini.

E’ stato anche assessore allo sport della Provincia di Milano.

I colleghi lo ricordano con affetto. Uno dei primi a esprimere il suo cordoglio è stato Gene Gnocchi che ha lavorato con il noto conduttore durante un’edizione di “Meteore”: “Se n’è andato un gran signore e un vero amico”, ha scritto il comico su Twitter. “Un signore. Gentile, sempre, con tutti”, le parole di Paola Saluzzi. “Ciao Cesare, milanese garbato, indimenticabile compagnia di tante ore di tivú, ci mancherai”, il post di . “Ciao, uomo gentile… RIP”, il messaggio di Roberta Lanfranchi.

Informazioni su Annamaria Demartini (1055 Articoli)
Direttore responsabile di Mondopressing, milanese di nascita e affezionata alla sua città , laureata in Lingue e Letterature Straniere, ha insegnato Inglese per molti anni nella scuola media statale.
Contatto: WebsiteFacebook