News

Le festività natalizie in Carnia, tradizione e folklore

Con l’avvicinarsi delle feste natalizie in Friuli Venezia Giulia vengono organizzati eventi con particolare riguardo alle antiche tradizioni, folclore, buona tavola che si coniugano con sci e sport invernali sulle piste dello Zoncolan, di Forni di Sopra, Sauris e Forni Avoltri, Mercatino di Natale a Sauris dal  6 all’ 8 dicembre che trasforma l’intera frazione di Sauris di Sopra  in un incantevole “paese del Natale”: per tre giorni, sulle tradizionali bancarelle disposte fra rustici tavoli e antiche case in pietra e legno si potranno ammirare e acquistare  tipici oggetti in legno, ferro battuto, paglia, ceramica, lana cotta e feltro dell’artigianato carnico (fra cui i comodi  scarpèts, le tradizionali pantofole in velluto con la suola ricavata dal copertone di biciclette), addobbi natalizi, sculture e giocattoli in legno, lavori a maglia, tante idee regalo e prodotti della gastronomia locale come il prosciutto crudo leggermente affumicato, la birra di Sauris, le ricotte affumicate, i formaggi di malga, i mieli di montagna, i dolci natalizi. Musiche, spettacoli di artisti di strada, danze tradizionali, distribuzione di vin brulè e biscotti natalizi fanno contribuiscono a rendere festosa l’atmosfera.

Pacchetto soggiorno con due pernottamenti, prima colazione, una cena in un locale tipico, visita con degustazione in un’azienda agroalimentare, il birrificio, il laboratorio di erbe aromatiche, a partire da 113 euro.

Musica ad Arta Terme nel weekend del 12 e 13 dicembre con la prima edizione del Winter Folk Festival. La località termale, addobbata a festa e con le bancarelle del tradizionale Mercatino di Santa Lucia diventa lo scenario in cui musicisti di fama internazionale, italiani e stranieri, portano la loro voce e la loro musica a risuonare negli spazi aperti e chiusi così da rendere ancor più magica l’atmosfera prenatalizia. Pacchetti weekend, comprensivi di entrata alle Terme, a partire da 113 euro.

Presepi a Sutrio  il paese degli artigiani del legno ai piedi dello Zoncolan, da domenica 20 dicembre all’Epifania, si potranno ammirare decine di stupendi presepi allestiti nei cortili delle sue case più antiche e belle  lungo le strade del centro, una sorta di percorso sacro tra le vie del paese che per l’occasione saranno addobbate con grandi alberi di Natale in legno da riciclo.. I  presepi esposti sono opera degli artigiani di Sutrio e dei paesi della Carnia nonché provenienti  Natività, degustazione anche da altre regioni italiane dall’Alto Adige  e stranieri, fra cui la Slovenia, la Carinzia e la Germania. A fare da cornice saranno alcune scene di Presepe vivente con rappresentazioni della Natività. Una particolarità è il Presepio di Teno, un’opera eseguita nel corso di 30 anni di lavoro da Gaudenzio Straulino (1905-1988), maestro artigiano di Sutrio che riproduce in miniatura gli usi e i costumi tradizionali del paese animati con ingranaggi meccanici che mostra  uno straordinario spaccato etnografico sulle tradizioni, la vita, i lavori, le usanze della montagna carnica.

Per vivere completamente l’atmosfera natalizia si può alloggiare a Borgo Soandri, l’accogliente albergo diffuso con le stanze (o meglio mini appartamenti con cucina arredati) ricavate dalla ristrutturazione di antiche case del paese. Pacchetto per 2 pernottamenti con prima colazione, una cena tipica, ingresso al Presepio di Teno con guida: 100 euro a persona.

Per informazioni: Carnia Welcome  -Tel. 0433.466.220 – info@carnia.it

Carlo Torriani

 

Informazioni su Carlo Torriani (162 Articoli)
Carlo Torriani Giornalista professionista, dopo oltre quattro decenni lascia il Corriere della Sera per limiti di età. Durante la permanenza nello storico palazzo di via Solferino 28 per alcuni anni ha ricoperto la carica di responsabile della Segreteria Cronaca e Sport ed estensore di alcuni scritti di turismo; successivamente si è occupato della Cronaca di Milano. Ha conosciuto ben undici direttori responsabili del quotidiano Mario Missiroli, Alfio Russo, Piero Ottone, Giovanni Spadolini, Paolo Mieli, Ferruccio De Bortoli. E’ stato tra i fondatori del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica) e segretario per qualche anno dopo aver militato nell’USTI (Unione Stampa Turistica) di Roma, in seguito scioltasi. Dal 1966 ha collaborato prevalentemente con articoli di turismo a uno dei primi giornali telematici “Italia nel Mondo”. Su Mondopressing collabora con articoli di turismo, sci e sport invernali, escursionismo, golf, natura, cultura, enogastronomia, navigazione.