News

Le (stra)ordinarie (dis)avventure di Carlotta: in libreria è arrivata la terza avventura

È arrivata in libreria la terza avventura de Le (stra)ordinarie (dis)avventure di Carlotta – l’incantatrice di lombrichi che in Germania ha venduto 2 milioni di copie.

È proprio Sassi Editore Srl (noto marchio editoriale specializzato in letteratura per l’infanzia) ad aver acquistato per l’Italia, i diritti di Mein Lotta-Leben, l’acclamato caso editoriale dell’autrice tedesca Alice Pantermüller, con le illustrazioni di Daniela Kohl; che presto – secondo quanto annunciato sul sito ufficiale – diventerà anche un film.

Di cosa parlerà la nuova e terza avventura che vede protagonista la simpatica Carlotta?

Iuh-hu! Finalmente sono arrivate le vacanze di Pasqua! Ma invece di andare da qualche parte al sole, i genitori di Carlotta decidono di portarla in una specie di fattoria biologica dispersa nella campagna. Non è giusto! Alla fattoria, però, ci sono un sacco di animali… e a Carlotta gli animali piacciono davvero tanto. Soprattutto da quando ha scoperto a che cosa serve il suo flauto magico: a incantare i serpenti! Così, mentre gira per la campagna alla ricerca di rettili, Carlotta scoprirà che anche altri animali rispondono alla sua musica…

Le (stra)ordinarie (dis)avventure di Carlotta – l’incantatrice di lombrichi fa emergere maggiormente il rapporto di Carlotta con i suoi fratellini e il suo categorico rifiuto verso il formaggio e il latte di capra, conservando e riproponendo in maniera ancora più incalzante un mondo bizzarro, ironico e pieno di fantasia.

Un libro da non perdere!

Informazioni su Giorgio Volpe (117 Articoli)
Giorgio Volpe Redattore Spettacolo Nato nel 1990, amante dell’arte, soprattutto di quella scenica, si laurea nel 2013 in Scienze Umanistiche (Arti e Scienze dello Spettacolo - La Sapienza/Roma) con una tesi su “The Lion King – il musical” e nel 2018 consegue la specialistica in Lettere e Filosofia (Spettacolo, Moda e Arti Digitali - La Sapienza) con una tesi dal titolo "Teatro Ragazzi. Esperienze tra Italia e Francia". Quello della scrittura giornalistica è un hobby che gli permette di abbinare l’utile al dilettevole.