News

Molluschi della pelle: come prevenire e come combattere l’infezione

La pelle è la prima protezione del nostro organismo contro gli attacchi esterni. Una barriera resistente, che ha lo scopo di proteggere gli organi interni dall’intromissione di batteri, funghi e di altri agenti che agiscono da fuori. In realtà, a dispetto della sua solidità apparente, anche la cute può andare incontro ad alcuni problemi che possono indebolirla ed esporla maggiormente ai pericoli esterni. Fra questi disturbi meritevoli di attenzioni troviamo i molluschi: si tratta di una patologia che non grave, ma che va comunque trattata con cura per evitare complicazioni. In caso contrario, infatti, emerge il rischio che possa ripresentarsi in futuro, con tutto il fastidio che ne consegue.

Molluschi: cosa sono e come si manifestano

Quando si fa riferimento a questa patologia, si parla di un’infezione della cute che si attiva a causa di un virus: si tratta del Poxvirus, dal quale appunto scaturisce l’infezione del molluscum contagiosum. Quando si studia questa malattia, bisogna innanzitutto capire quali sono i molluschi e quali sono i sintomi portati in dote da questo disturbo: si parla nello specifico delle piccole papule tondeggianti che nascono sulla pelle, caratterizzate da uno spessore di pochi millimetri e da una fossetta al centro. Purtroppo non è detto che i sintomi si manifestino nell’immediato, visto che il mollusco ha un periodo di incubazione che può andare da due settimane fino a sette settimane. Inoltre, è bene specificare che il Poxvirus può colpire indistintamente sia gli adulti che i bambini, e questi ultimi di solito sono i più colpiti. Infine, da sottolineare che fra i sintomi emerge anche il prurito, anche se l’importante è non grattare mai i punti infetti.

Come affrontare il problema e come prevenirlo

Per prima cosa conviene sempre dedicarsi alla fase di prevenzione: siccome si tratta di un virus, è sempre meglio evitare di scambiarsi oggetti e indumenti personali come gli asciugamani, perché il mollusco si trasmette per contatto diretto. È importantissima anche la cura dell’igiene personale, soprattutto per quanto riguarda ill lavaggio accurato delle proprie mani. In caso di comparsa delle papule, il primo consiglio è di coprirle o di proteggerle ad esempio con dei cerotti, per evitare che possano aprirsi e secernere un liquido capace di infettare anche le zone sane della pelle (anche per questa ragione, come accennato in precedenza, bisogna sempre resistere dal grattarsi). Naturalmente, nel momento in cui si dovessero presentare i molluschi della pelle, è meglio ricorrere ai prodotti specifici per evitare che possa poi ripresentarsi un domani. Infine, dato che può colpire anche le aree genitali, è meglio evitare qualsiasi rapporto con il proprio partner per la durata dell’infezione. Ad ogni modo, in caso di comparsa dei sintomi, si consiglia sempre di rivolgersi ad un bravo dermatologo.