News

Questa notte torna l’ora solare e bisogna spostare indietro le lancette

Questa notte, tra sabato 24 e domenica 25 ottobre, le lancette dell’orologio dovranno essere riportate indietro di 60 minuti ed esattamente dalle 3 alle 2.

Per effetto dell’ora legale riusciremo a dormire un’ora in più al mattino ma avremo  un ora di luce in meno al pomeriggio, che però ricuperiamo al mattino.

L’ora solare  rimarrà in vigore fino all’ultimo fine settimana di marzo 2021 (tra sabato 27 e domenica 28 marzo 2021)  in cui si dovrà nuovamente spostare le lancette, a meno che il governo italiano non deciderà la fine dell’ora legale, di cui si discute da tempo in Europa. Per saperlo dovremo attendere ancora le decisioni che verranno prese non prima della prossina primavera, ma date le emergenze in corso, sarà difficile che verrà affrontato questo tema e, forse, bisognerà aspettare all’anno successivo per porre fine al  cambio dell’ora, in Italia usata dal 1966.

Probabilmente la decisione potrebbe essere a blocchi, ovvero  i Paesi meridionali dell’UE manterrebbero l’ora legale per tutto l’anno, quelli settentrionali,  viceversa, opterebbero per mantenere  l’ora solare l’intero anno. Al momento in Europa solo  la Francia, ha deliberato di abolire l’ora legale dal prossimo anno.

E’ indubbio vi siano dei benefici economici, infatti, nei 7 mesi di ora legale l’Italia ha risparmiato complessivamente 400 milioni di kilowattora di elettricità, pari al consumo medio annuo di circa 150 mila famiglie, con un beneficio economico per il sistema di 66 milioni di euro. Questo comporta anche meno di CO2 immesso in atmosfera.

Quali saranno, oltre ai benefici economici,  i parametri su cui si deciderà l’abolizione?