News

Sesta Edizione ‘Teatro Utile’ all’Accademia dei Filodrammatici di Milano dal 19 marzo

Inizia il 19 marzo la sesta edizione del Progetto TEATRO UTILE 2018 a cura dell’Accademia dei Filodrammatici di Milano. INGRESSO GRATUITO A TUTTI GLI SPETTACOLI.

INCONTRI
Il progetto di formazione Teatro Utile 2018, promosso dall’Accademia dei Filodrammatici di Milano, è alla sua 6° edizione e anche quest’anno si occupa di temi che riguardano le migrazioni e l’interculturalità promuovendo tre laboratori di scrittura: giornalistica, drammaturgica e autobiografica.

A lato dei laboratori abbiamo pensato di proporre al pubblico sei INCONTRI con artisti che da tempo s’impegnano su questi temi attraverso il teatro e di condividere con gli spettatori i testi nati dai laboratori di scrittura.

Lunedì 19 marzo – Palestra dell’Accademia
ore 20,30: incontro con Silvia Dumitrache – Associazione Donne Romene in Italia e con Lilia Bicec – Associazione sociale Moldbrixia
ore 21: Teatro Utile il viaggio – Le rinchiuse di Elide La Vecchia, con Mayil Georgi Nieto, Ilenia Veronica Raimo, Kalua Rodriguez – regia di Tiziana Bergamaschi.

Lo spettacolo racconta attraverso un linguaggio poetico, le condizioni di lavoro e di vita delle cosiddette badanti, lavoratrici, spesso migranti, che 24 ore su 24 abitano con le persone anziane che accudiscono. Entrare nel loro mondo significa scoprire un’umanità che ci appartiene, dove dolore, odio, nostalgia, desiderio e paura affiorano costantemente. Eppure dentro questo mondo chiuso, che sembra senza uscita e senza luce, può entrare una consapevolezza lucida e concreta: il diritto alla bellezza.

Lunedì 19 marzo – presso Accademia dei Filodrammatici di Milano
Le rinchiuse di  Elide La Vecchia con:
Mayil Georgi Nieto, Kalua Rodriguez, Ilenia Veronica Raimo
regia Tiziana Bergamaschi

“Ciò che la donna che lavora vuole è il diritto di vivere, non semplicemente di esistere,  il diritto alla vita così come ce l’ha la donna ricca, al sole, alla musica e all’arte. L’operaia deve avere il pane, ma deve avere anche le rose” Rose Schneiderman

Nina. Nome comodo da pronunciare al posto di quello vero.
Nina è una e trina: le attrici che interpretano il personaggio sono tre e lavorano sulla coralità, scambiando, intrecciando, sovrapponendo le voci in una partitura musicale che spesso s’interrompe per calarsi violentemente nella realtà.

Nina diventa paradigma della condizione di straniamento dalla vita e di solitudine che appartiene all’essere umano posto in determinate condizioni, ma a una lettura più profonda si capisce che il vero tema è il diritto alla bellezza, come diritto per tutti gli esseri umani.

Il lavoro intorno a questo testo è stato un continuo confronto, sperimentato attraverso improvvisazioni, tra l’autrice, la regista e le attrici. Il testo prende in esame la vita delle badanti 24 ore, ormai presenti nelle case di molti italiani, ma che continuano ad essere misconosciute come individui.

Lunedì 23 aprile – Palestra dell’Accademia
ore 20,30
: incontro con Simona Mancino (Assistente sociale) e Nelly Diop (mediatrice culturale) del Centro di Accoglienza Straordinaria della Croce Rossa, comitato di Milano.
Ore 21: Teatro Cargo di Genova – Compleanno Afgano – di Ramat Safi e Laura Sicignano interpretato da Ramat Safi – regia di Laura Sicignano.

Ramat Safi, scappato da solo dall’Afghanistan dopo essere scampato a un attentato talebano dove il padre ha trovato la morte, è arrivato in Italia minorenne dopo un viaggio durato più di un anno, attraverso Iran, Turchia e Grecia. Infine, sbarcato miracolosamente in Italia, le sue avventure non sono finite. Che ne sarà di lui? “Solo Dio lo sa” risponde Ramat.

Lunedì 21 maggio – Palestra dell’Accademia
ore 20,30:
Incontro con il dott. Lorenzo Mosca – Etnopsichiatra dell’Ospedale Niguarda
Ore 21: Il riscatto del migrante di e con Mohamed Ba.

“Il riscatto del migrante” è uno spettacolo che ci porta a toccare con mano turi mille perché. Mohamed Ba ci invita a cogliere l’occasione che ci offre la povertà per un risctto quello che bisogna sapere sul fenomeno migratorio, e forse a capire almeno un perché tra gli altatto, per una vera rilettura del nostro essere, nient’affatto impermeabile alle contaminazioni. Il sogno diventa realtà e l’esule diventa il primo cittadino. E se succedesse?

Lunedì 4 giugno – Palestra dell’Accademia
ore 20,30
: Incontro con Livia Grossi, giornalista
ore 21: Reading conclusivo del laboratorio Quando mi sono sentito l’altro – Storie di quotidiana diversità condotto da Livia Grossi, nell’ambito del progetto dell’Accademia dei Filodrammatici Teatro Utile 2018.

Attori che partecipano al progetto “Teatro Utile” interpreteranno il giornale parlato che avranno scritto i partecipanti al laboratorio condotto da Livia Grossi.

Lunedì 11 giugno – Palestra dell’Accademia
ore 20,30: incontro con Bruno Milone – Docente di sociologia dell’immigrazione presso l’Università UNIMED.
ore 21: Reading conclusivo del laboratorio La scrittura autobiografica come luogo d’incontro condotto da Gabriella Grasso presso il Centro di Accoglienza Straordinaria della Croce Rossa C.A.S. comitato di Milano, nell’ambito del progetto dell’Accademia dei Filodrammatici Teatro utile 2018.
Attori e migranti del C.A.S., che partecipano al progetto “Teatro Utile”, leggeranno testi nati dai due laboratori di scrittura autobiografica condotti da Gabriella Grasso.

Lunedì 2 luglio – Pales tra dell’Accademia
ore 20,30: Incontro con Renato Gabrielli, drammaturgo e docente ore 21: Reading conclusivo del laboratorio L’amplificazione della paura tramite FAKE NEWS condotto da Renato Gabrielli, nell’ambito del progetto dell’Accademia dei Filodrammatici Teatro Utile 2018.

Attori che partecipano al progetto “Teatro Utile” leggeranno i brevi testi che i partecipanti al laboratorio avranno scritto sotto la guida di Renato Gabrielli.


INFO:
Gli spettacoli sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria:
telefono: 02 86460849 dalle 9 a.m. alle 17 p.m.
mail: filodram@accademiadeifilodrammatici.it
Comitato organizzativo:
Antonia Chiodi, sovrintendente dell’Accademia dei Filodrammatici
Tiziana Bergamaschi, responsabile del progetto Teatro Utile 2018
Elisa Battistoni, segreteria Accademia dei Filodrammatici
Antonietta Magli, ufficio stampa.

Informazioni su Carlo Tomeo (22 Articoli)
Carlo Tomeo, ex responsabile amministrativo in scuole pubbliche statali. I suoi interessi spaziano tra la letteratura e teatro, l’arte, il cinema e la musica leggera. Da circa cinque anni ha scritto, per diverse testate, recensioni teatrali, di letteratura e musicali, oltre a notizie di eventi di carattere culturale. È bene introdotto nella maggior parte dei teatri milanesi, da cui riceve regolarmente comunicati stampa che pubblica sulla sua pagina personale di Facebook.
Contatto: Facebook