News

Tito e gli alieni sugli schermi italiani dal 7 giugno

Un uomo sdraiato su un divano nel deserto del Nevada, ai confini della famigerata Area 51, con delle cuffie sulle orecchie collegate ad una grande antenna puntata verso il cielo, con cui cerca di ascoltare le voci dell’universo è un napoletano che ha fatto carriera in America diventando professore di fisica spaziale.

Il professore è  Valerio Mastandrea nei panni di uno scienziato solitario,   vestito come un astronauta, che passa le giornate e le nottate a scrutare il cielo cercando di contattare la moglie morta alcuni anni prima.

L’isolamento del ‘professore’ Mastandrea, il cui unico contatto con il mondo è Stella (l’attrice francese Clemence Poesy), una ragazza che organizza matrimoni per turisti appassionati di alieni e ufo, è sconvolto dalla notizia che il fratello Fidel gli ha affidato i suoi due figli Tito di 7  e Anita di 16 anni.

I ragazzi (interpretati dai bravissimi Chiara Stella Riccio e Luca Esposito) arrivano a  Las Vegas,  sognando una villa con piscina in stile hollywoodiano, ma  ritrovano in mezzo al nulla, in un luogo strano e misterioso dove  i turisti si recano per incontrare  gli alieni.

I  due ragazzi lo costringono a vivere, a riprovare sentimenti”. “Questo è un film che vuole dare un profondo messaggio di speranza, perché siamo tutti un po’ alieni per qualcuno“, ha sottolineato la regista.

Fiaba fantascientifica capace di commuovere e divertire, l’opera seconda di Paola Randi, da sempre appassionata di fantascienza, è influenzata per sua stessa ammissione dalle visioni ‘extraterrestri’ di Spielberg, Lucas e Nolan ma è stata girata in 5 settimane (“un tempo record per un film di questo tipo”) con un budget di 3 milioni di euro tra il deserto del Nevada, la regione di Almeria già nota per i set degli spaghetti western e Montalto di Castro.

La regista ha voluto fortemente che i due protagonisti parlassero napoletano per il  rapporto che ha Napoli  con la magia e con l’aldilà molto speciale e quotidiano,il film è dedicato a  Fausto Mesolella, il musicista partenopeo che ha curato la colonna sonora ed è scomparso durante la lavorazione del film.

Tito e gli alieni ,  dopo essere stato presentato e apprezzato al 35° Torino Film Festival e aver vinto il premio per la regia e migliore attore protagonista al Bif&st 2018, arriva nelle sale il 7 giugno in oltre 100 copie, distribuito da Lucky Red e prodotto da Bibi Film con Rai Cinema e TimVision.