Tornano, per l’undicesima edizione, le prove Aperte della Filarmonica della Scala che permettono al pubblico di assistere alle prove dei concerti aprendo le porte del Teatro alla Scala a prezzi contenuti con una finalità sociale.

Quattro gli appuntamenti a pagamento, dal 2 febbraio all’11 ottobre 2020, che anticipano i rispettivi concerti della stagione, con l’obiettivo di raccogliere fondi per altrettanti progetti di associazioni non profit milanesi. Il ciclo Prove Aperte 2020 è dedicato, in particolare, a quattro associazioni che a Milano ospitano e assistono le famiglie di bambini e ragazzi, provenienti da tutta Italia, ricoverati nei più importanti ospedali milanesi.

Si comincia domenica 2 febbraio 2020 con la prova aperta a favore di OBM – Ospedale dei Bambini di Milano Buzzi Onlus, diretta da Ottavio Dantone. Domenica 1 marzo la prova è destinata alla Fondazione Visitatrici per la Maternità Ada Bolchini dell’Acqua Onlus, con Marc Albrecht direttore e Kian Soltani al violoncello. Domenica 15 marzo sarà la volta della serata a sostegno di PIM Pio Istituto di Maternità Onlus, diretta da Pablo Heras-Casado con la partecipazione del violinista Renaud Capuçon. Il ciclo si chiude domenica 11 ottobre con la prova diretta da Myung-Whun Chung a sostegno di LILT Lega italiana per la Lotta contro i Tumori – Sezione Provinciale di Milano.

Ad inaugurare l’iniziativa sarà l’anteprima gratuita di domenica 3 novembre alle ore 19.30, riservata alle persone seguite dai Servizi Sociali del Comune di Milano. I biglietti sono distribuiti dall’Ufficio Centri Socio Ricreativi Comunali e dall’Ufficio Politiche giovanili. Riccardo Chailly dirigerà la Sinfonia n. 2 e la Sinfonia n. 3 Eroica di Beethoven nell’ambito del ciclo dedicato al 250° anniversario del compositore e che apre la Stagione di Concerti 2019-2020 della Filarmonica della Scala.

“Le prove aperte della Filarmonica della Scala – dichiarano gli assessori Gabriele Rabaiotti (Politiche sociali e abitative) e Filippo Del Corno (Cultura) – sono ormai diventate un appuntamento fisso per gli appassionati della musica e hanno avuto il merito di creare un collegamento virtuoso tra cultura e solidarietà che dura e si rinnova da oltre dieci anni. La scelta delle realtà da sostenere quest’anno è particolarmente significativa perché rispecchia ed evidenzia un tratto molto caratteristico dello spirito ambrosiano: la disponibilità ad accogliere chi viene da fuori e l’impegno per farlo sentire a casa”.

Il progetto Prove Aperte, grazie al quale in questi anni sono stati raccolti e devoluti alle associazioni del Terzo settore fondi per circa un milione e duecentomila euro, è frutto di una collaborazione tra la Filarmonica della Scala, il Teatro alla Scala, il Comune di Milano e il Main Partner della Filarmonica UniCredit. Prezioso il ruolo e il sostegno di UniCredit Foundation, che individua ogni anno l’area d’intervento, valuta i progetti presentati dalle organizzazioni non profit e copre i costi organizzativi. Grazie anche alla collaborazione di Esselunga, che dallo scorso anno partecipa all’iniziativa, l’incasso delle serate è interamente devoluto alle associazioni beneficiarie.

Cura dei bambini e degli anziani, lotta alla povertà, assistenza alle persone con disabilità, ricerca scientifica, iniziative per i giovani delle periferie. L’impegno di questi anni ha portato l’attenzione su molti e diversi bisogni della comunità. Oggi un pubblico di appassionati ha reso le Prove Aperte un momento importante di solidarietà per tutta la città.

I carnet (da 20€ a 140€ esclusi i diritti di prevendita) saranno in vendita a partire da giovedì 17 ottobre 2019.

I biglietti per le singole esibizioni (da 5€ a 35€ esclusi i diritti di prevendita) saranno in vendita dal 9 gennaio 2020.

Per informazioni e prevendite è possibile telefonare al numero 02 465 467 467 (lunedì/venerdì, ore 10-13 e 14-17) oppure visitare il sito http://www.filarmonica.it/proveaperte/