News

Una Maria Callas mai vista reinterpreta Medea per i 50 anni delle riprese del film

Nel cinquantesimo anniversario delle riprese e dell’uscita del film “Medea” di Pier Paolo Pasolini va in scena da Savini Milano 1867 “Callas mai vista” – progetto di Elisabetta Invernici dedicato alla celebre soprano. L’installazione, a cura dello stilista Daniele Calcaterra, sarà aperta al pubblico dal 12 al 30 settembre 2019 e inaugurata durante Vogue for Milano 2019.

L’evento, patrocinato dal Comune di Milano ed inserito nel calendario di Milano Moda Donna, inaugura l’inedito calendario culturale che Savini Milano 1867 intende offrire alla città riportando alla ribalta personaggi illustri che ne hanno frequentato le sale: Maria Callas appunto, ma anche Tommaso Marinetti, Arturo Toscanini, Giuseppe Verdi, Gabriele D’AnnunzioAlfred Hitchcock e Valentina Cortese…
Iniziative come queste permettono a tanti cittadini di riscoprire, in occasione della Milano Fashion Week, il profondo legame tra la “La Divina” e il capoluogo lombardo. Un legame intenso raccontato grazie al linguaggio universale della moda, dell’arte e del cinema che per l’occasione viene ospitato in uno dei luoghi iconici di Milano, il Savini. Non un semplice ristorante o un bar alla moda ma da sempre un grande luogo di incontro per i nomi che hanno fatto la storia e la cultura di Milano. Un luogo che oggi, a 152 anni dalla sua apertura nel 1867, torna ad essere centro d’incontro informale per chiunque voglia conoscere e scoprire lo spirito più autentico e attuale della città tra arte e cultura » cosi  l’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani.

«Spesso il pubblico milanese, italiano e straniero, non conosce questi personaggi e neppure l’apporto storico e artistico che hanno dato alla città e a Savini. Per dare risposta a queste curiosità abbiamo creato un cartellone culturale inedito.

– dice Sebastian Luca Gatto , CEO del gruppo – A partire da settembre proponiamo un fitto calendario di appuntamenti al pubblico che si terranno nella Sala Toscanini, al 1° piano, a cura di Elisabetta Invernici, giornalista, storica del costume e curatrice insieme a noi dell’intero progetto: musica, teatro, letteratura, moda e collaborazioni con il Teatro Verdi di Busseto, il Comune di Cremona, il Museo del Violino e Fidenza Village, sempre all’insegna della raffinata ospitalità firmata Savini.
L’ambizione di Savini Milano 1867 è divulgare la storia di fatti e personaggi di fama internazionale, farla conoscere a un pubblico sempre più ampio, non solo in termini geografici ma anche generazionali, in modo da sollecitare interesse e curiosità nei simboli che hanno reso grande la città di Milano. dice Elisabetta Invernici –Ed io condivido pienamente questa scelta.
In anteprima a giugno è andato in scena un evento dedicato all’amore tra Maria Callas e Aristotele Onassis ed è stato creato il cocktail “La Divina”, in collaborazione con Amaro Ramazzotti. Sono seguiti due mesi riservati alla soprano che culminano ora con un’installazione fashion dedicata a Medea.

Maria Callas, ormai un simbolo per Savini, torna dunque in scena a Milano nelle vesti dell’eroina tragica e rivive la torrida amicizia con il regista Pier Paolo Pasolini. Dalla Turchia a Grado passando per Cinecittà, l’esperienza di una soprano che è anche grande attrice, una donna passionale che continua ad inseguire l’amore… negato.

«Una figura mitologica resa da Pasolini un’icona gremita di fascino ed al tempo stesso amara, interpretata con i tratti caratterizzanti e bellissimi, quasi divini, di Maria Callas, che hanno dato vita ad una vera e propria opera d’arte del cinema italiano. Alla doppia ed enigmatica personalità di Medea ho voluto dedicare due creazioni – spiega lo stilista Daniele Calcaterra – una, enfatizzata dal colore nero ne caratterizza il lato di sovrana autoritaria, crudele e distruttiva, a tal punto da “perdersi” tra le fiamme, e l’altra nel vibrante colore dell’oro, ispirata dal suo essere interiore, fascinoso ed ammaliante, di donna e madre, femmina e amante.
Per chi volesse sapere di più di questa storia d’amore appuntamento con Elisabetta Invernici da Savini Milano 1867 domenica 22 settembre dalle 16 alle 18.30. Talk, aperitivo e cocktail “La Divina” (posti limitati, indispensabile prenotazione).
Per chi si fosse perso la “Crociera dell’amore sul Christina” incontro  domenica 29 settembre (posti limitati, indispensabile prenotazione).

In entrambi i casi l’occasione per ammirare l’installazione di Daniele Calcaterra e il tavolo N.7 che Savini Milano 1867 dedica all’amata soprano.
Info : www.savinimilano.it