News

Variations sur un départ: al Théâtre Dunois

Variations sur un départe ideato, scritto e interpretato da Katerini Antonakaki della compagnia Cie la main d’œuvres è stato in scena fino ad oggi, domenica 14 gennaio presso il Théâtre Dunois a Parigi.

Variations sur un départe è la storia di una donna in viaggio verso una nuova vita, anche se scappare dal proprio passato non è mai facile come può sembrare, si rischia sempre di restare impigliati fra i ricordi.

La Antonakaki si esprime in lingua greca, francese, e inglese rievocando ricordi, paure e speranze.

Interessante l’apparato scenografico (di Antonakaki e Sébastien Dault), essenziale, funzionale e indispensabile insieme alla musica (di Ilias Sauloup) all’evolversi della drammaturgia. Una casa legata ad un asse che offre la possibilità di inclinazioni e rotazioni. In scena tanti altri oggetti distribuiti lungo i lati di un quadrato immaginario delimitato agli angoli da delle sottili assi di metallo che fungono anche da sostegno ai fari che illuminano parte dello spettacolo. A rendere maggiormente poetica l’intera messinscena è la disposizione dell’impianto luci che Dault ha distribuito sul palcoscenico, puntando alcuni fari verso l’alto.

Variations sur un départe risulta essere un originale prodotto non destinato necessariamente ad un pubblico di adolescenti.

Informazioni su Giorgio Volpe (117 Articoli)
Giorgio Volpe Redattore Spettacolo Nato nel 1990, amante dell’arte, soprattutto di quella scenica, si laurea nel 2013 in Scienze Umanistiche (Arti e Scienze dello Spettacolo - La Sapienza/Roma) con una tesi su “The Lion King – il musical” e nel 2018 consegue la specialistica in Lettere e Filosofia (Spettacolo, Moda e Arti Digitali - La Sapienza) con una tesi dal titolo "Teatro Ragazzi. Esperienze tra Italia e Francia". Quello della scrittura giornalistica è un hobby che gli permette di abbinare l’utile al dilettevole.