News

VASTO. Festival dell’Adriatico

Dal 19 al 23 agosto si festeggia la 20a edizione del “Vasto Film Fest” con un programma che, preservando il prestigio delle trascorse edizioni, allarga i suoi orizzonti a molteplici generi, anteprime, incontri, rivolgendosi a sempre più vaste fasce di pubblico e definendosi il Festival dell’Adriatico.

Dal 19 al 23 agosto si festeggia la 20a  edizione del “Vasto Film Fest” con un programma che, preservando il prestigio delle trascorse edizioni, allarga i suoi orizzonti a molteplici generi, anteprime, incontri, rivolgendosi a sempre più vaste fasce di pubblico e definendosi il Festival dell’Adriatico.

La storica manifestazione, organizzata dal Municipio della Città del Vasto, quest’anno si avvale della direzione artistica diStefano Sabelli e della collaborazione con il Centro Sperimentale Cinematografia – Cineteca Nazionale, massima istituzione di tutela e promozione del patrimonio filmico italiano, e mira a caratterizzarsi, da ora e per gli anni a venire, come arena privilegiata d’incontro e tutela delle culture e dei luoghi di tradizione di queste sponde di mare, tenendo a battesimo nuovi autori e rinnovati generi espressivi, presentando, per ogni giornata e rassegna a tema, un umore e un’identità specifica.

Tra le novità di questa edizione, rientra la scelta tecnologica: i film saranno proiettati col nuovo sistema DCP (Digital Cinema Package), il formato digitale per la distribuzione cinematografica che ha soppiantato l’uso della pellicola, potenziando notevolmente la qualità di visione.

Cornice principale della manifestazione, come per gli anni passati, sarà il Palazzo D’Avalos, con il suo imponente cortile settecentesco e i floridi e curati giardini “napoletani”.  Le serate inizieranno alle 19.30 presso i giardini “napoletani”, dove sarà allestito il CineAperitivo con Soundtrack DJ set.Seguiranno, all’interno dello storico cortile le proiezioni delle pellicole principali in programma.

Dopo la visione del primo film, sul palco dello schermo principale, si terranno gli incontri pubblici con gli ospiti del 20° VFF, condotti da Daniela Poggie Stefano Sabelli. In seconda serata, seguirà la proiezione di un titolo storico dal catalogo della Cineteca Nazionale o, in alternativa nei giardini “napoletani”, si terranno alcuni recital-concerto che coinvolgeranno musicalmente – questa la novità – professionisti del nostro
Cinema.

A Palazzo d’Avalos, quest’anno a Vasto anche altre sedi ospiteranno laboratori e proiezioni a tema: un’occasione per scoprire e far scoprire, attraverso il reverbero della “splendida illusione” della settima arte, luoghi storici e territori naturali di questa cittadina, perla dell’Adriatico.

Sulla passeggiata panoramica a ridosso dell’area archeologica, che conserva i bellissimi mosaici romani, l’Anfiteatro comunale, o Arena alle Grazie, sarà ribattezzato Film Music Arena e ospiterà esclusivamente film musicali con una rassegna dedicata a Pino Daniele e intitolata “A me me piace ‘o blues!” mentre  sulla spiaggia libera, a ridosso de lo scoglio de la Sirenetta (la statua bronzea simbolo di Vasto e naturale logo anche del Film Fest), sarà invece allestita la Movie Beach Arena, in perfetto surfing style, dedicata a commedie e retrospettive d’ispirazione o ambientazione adriatica e a film per bambini e famiglie.

Il Teatro Rossetti,  monumento del Centro storico,  ospiterà invece il Vasto Cine LAB, un luogo libero d’incontro e studio, riservato a giovani filmaker d’Abruzzo e non, come pure a semplici appassionati di cinema. Dalle 17 alle 20,30 – tutti i giorni del Festival – giovani registi, autori di corti, o semplici curiosi, potranno confrontarsi sui molteplici linguaggi del Cinema e dell’audiovisivo, mostrando liberamente le loro opere o visionando e studiando insieme, in presenza di ospiti eccellenti del VFF, chiamati a fare da tutor per l’occasione, film storici del Cinema italiano, messi a disposizione dalla Cineteca Nazionale.

Carlo Torriani

Informazioni su Annamaria Demartini (1107 Articoli)
Direttore responsabile di Mondopressing, milanese di nascita e affezionata alla sua città , laureata in Lingue e Letterature Straniere, ha insegnato Inglese per molti anni nella scuola media statale.
Contatto: WebsiteFacebook